B – Frammenti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Lo scrivere è un esercizio ascetico e totalizzante, che assorbe l’attenzione e l’energia dell’intera persona, e può comportare un rischio di inumanità. La scrittura cerca la vita, ma può perderla proprio perchè tutta concentrata su se stessa e la propria ricerca.

Gao Xingjian / Claudio Magris – Letteratura e ideologia – febbraio 2012 – Bompiani

L’architettura è la volontà dell’epoca concepita spazialmente. Vivente. In divenire. Nuova. Non l’ieri nè il domani, solo l’oggi è plasmabile. Date forma soltanto a questo tipo di costruzione. Plasmate la forma in base all’essenza del compito e con i mezzi della nostra epoca. Questo è il nostro lavoro.

Ludwig Mies Van Der Rohe – Tesi di lavoro – maggio 1923 – Vallecchi Editore

Il progetto significa strutturazione di un forma all’interno dell’ordine. La forma nasce da un sistema di costruzione, lo sviluppo è costruzione. Nell’ordine è la forza creativa. Nel progetto è il mezzo con cui che cosa quando con quanto.

Le composizioni di Mozart sono progetti, sono esercizi dell’ordine, sono intuitivi, il progetto incoraggia altri progetti, i progetti acquistano la loro immagine dall’ordine, l’immagine è ricordo, forma, lo stile è un ordine acquisito.

Louis I. Kahn – Ordine è – Vallecchi, 1956

Ritengo che fare architettura richieda una certa passione, direi quasi un’ossessione, senza la quale tutto diventa complicato e pieno di ostacoli. Da questa passione non devono rimanere esclusi partner e figli.

Elsa Prochazka – Tavola rotonda – Casabella, aprile 2005

Il sito deve essere assorbito, prima di essere trasformato.

Il pensiero spesso nasce dalle condizioni fisiche di un dato sito. In effetti, i luoghi fanno nascere i pensieri.

Esiste un punto nel quale il ricordo si inserisce nella percezione, dove l’osservazione incontra l’esperienza.

Richard Serra – Questioni, contraddizioni, soluzioni – Catalogo mostra, 2004

Non si può immaginare che un pezzo di architettura o una configurazione urbana comunichino un solo messaggio codificato col quale tutti possano o debbano mettersi in tono. Viviamo in una società di conflitti e non di consensi spontanei, perciò l’espressione che la rappresenta: non è “deliberatamente ambigua”, come gli stolti continuano a ripetere, ma molteplice.

Giancarlo De Carlo – Architettura urbanistica società – Domus, giugno 1987

Secondo me un uomo che non pensa e non riflette non è nemmeno vivo. Ecco perchè il nostro lavoro in architettura è così difficile.

L’architettura comincia e finisce con una pietra.

Una facciata senza decorazione è come un uomo senza sorriso.

Jose Plecnik – Aforismi sull’architettura – Domus, maggio 1998

Una risposta a B – Frammenti

  1. Pingback: Percezione e progetto – Richard Serra | Garden tourist

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...